Mangiar Bene

LA QUALITà DEL CIBO è IMPORTANTE PER PERDERE PESO

an image for news story La qualità del cibo è importante per perdere peso

Perché quando si parla di abitudini alimentari la qualità è più importante della quantità?

Sappiamo tutti che il mantenimento della forma fisica è correlato a un rapporto tra calorie e peso corporeo e quasi tutti accettiamo la formula matematica che calcola il rapporto tra calorie assunte e calorie bruciate.

In linea teorica, tuttavia, questo significa che a parità di calorie ingerite è possibile mantenere lo stesso peso corporeo indipendentemente dal tipo di alimenti che si assumono, ad esempio zuccheri e carboidrati raffinati o proteine magre, verdure e grassi sani. Tuttavia, le calorie non sono tutte uguali e la loro qualità è importante al pari della quantità.

A parte gli ovvi benefici di un’alimentazione povera di zuccheri e carboidrati e con un maggiore apporto di vitamine, minerali e alimenti più sani in generale, vi sono altri fattori che rendono questa equazione matematica più complessa.

Se è vero che “una caloria è una caloria”, i ricercatori del Department of Nutrition presso la Harvard School of Public Health hanno dimostrato che qualità e quantità sono ugualmente importanti per il controllo del peso corporeo. [1]

Lo studio è stato condotto nell’arco di venti anni e ha coinvolto 120.000 persone sane di sesso maschile e femminile. I risultati hanno evidenziato che le variazioni di peso dipendevano non solo dal numero di calorie assunte, ma anche dalla loro qualità e che le calorie provenienti da alimenti industriali con contenuti più elevati di amidi, grassi, cereali raffinati e zuccheri erano maggiormente responsabili dell’aumento di peso rispetto a quelle derivanti da altri alimenti. Inoltre, è stato individuato un gruppo di alimenti associati a una dieta bilanciata: verdura, cereali integrali, frutta fresca, frutta a guscio e yogurt.

Dai risultati è emersa l’importanza di scegliere con cura alimenti di qualità.

Il ruolo della genetica e dello stile di vita

Il patrimonio genetico e l’ambiente circostante possono determinare quante calorie si consumano e quante invece vengono accumulate. La fisiologia dell’organismo influisce sulla rapidità con cui vengono bruciate le calorie e sul metabolismo basale, come gli alimenti che mangiamo. Questi elementi sono determinati da fattori genetici fin dal concepimento e ci accompagnano per tutta la vita. I ricercatori della Harvard Medical School affermano che l’aumento del peso è associato a più di 400 geni diversi. [2] Questi geni svolgono vari ruoli, dall’aumento della sensazione di appetito alla determinazione del metabolismo, fino al controllo o alla determinazione del forte desiderio di cibo.

Il patrimonio genetico è un fattore endogeno che causa cambiamenti nell’organismo, mentre i fattori ambientali sono elementi esterni. Livello di stress e abitudini, come guardare la televisione o fare esercizio fisico, svolgono un ruolo ben preciso nel condurre uno stile di vita sano. Anche il sonno è importante per il controllo del peso. Dormire poco causa uno squilibrio negli ormoni che controllano la fame e l’appetito.

Infine, la qualità del cibo che mangiamo è molto importante per il controllo del peso. Calcolare il numero di calorie ingerite è un buon modo per controllare il peso, tuttavia l’importanza della qualità del cibo non va sottovalutata. Un’alimentazione sana a base di frutta fresca, verdura, frutta a guscio, grassi sani e proteine magre predisporrà l’organismo a controllare più facilmente il peso corporeo.

[1]. https://www.hsph.harvard.edu/nutritionsource/healthy-weight/best-diet-quality-counts/

[2]. https://www.health.harvard.edu/staying-healthy/why-people-become-overweight

Torna all'elenco di post