Integrazione di nutrienti

QUESTIONI DI PANCIA

an image for news story Questioni di pancia

La salute dell’intestino è fondamentale per il vostro benessere generale. Conosciuto anche come “secondo cervello”, diversi studi hanno evidenziato che l’intestino passa i messaggi al cervello e influenza le nostre scelte quotidiane. La digestione, l’umore, la salute e persino il modo di pensare sono legati sempre di più al “secondo cervello”. Ecco perché i probiotici sono attualmente l’argomento principe delle conversazioni.

I probiotici sono batteri vivi ottimi per tutto il corpo ma, in particolare, per il sistema digestivo. Questi microrganismi possono contribuire a ripristinare il naturale equilibrio dei batteri nel vostro intestino. Quest’ultimo potrebbe aver subito dei duri colpi dalle cattive abitudini della vita moderna, da una dieta sbagliata o dall’assunzione di una quantità eccessiva di antibiotici. L’assunzione di probiotici favorisce uno stile di vita sano poiché aiuta il proliferare dei batteri buoni già presenti nell’intestino e riduce il numero di quelli cattivi, per tenere alla larga infezioni e infiammazioni. [1]

Quali sono i probiotici da assumere?

I probiotici si dividono in vari gruppi, ma i più comuni sono il Lactobacillus e il Bifidobacterium. Questi gruppi si possono dividere ulteriormente in sottocategorie di ceppi. Gli effetti dell’assunzione di probiotici dipendono dal ceppo specifico e dai propri bisogni. Questo significa che il probiotico migliore per voi potrebbe essere diverso da quello adatto per qualcun altro. Il Lactobacillus rhamnosus GG, ad esempio, appartiene a un ceppo che è stato molto studiato e offre enormi benefici, tra cui una migliore salute intestinale. Un altro ceppo molto conosciuto, quello del Bifidobacterium animalis, è noto per favorire la digestione e l’assorbimento ottimale di nutrienti, oltre a supportare la salute del sistema immunitario. [2] Questo non significa che l’adozione di probiotici di ceppi diversi vada evitata. Molti batteri sono simbionti gli uni con gli altri e aumentano le proprie funzioni nei gruppi complementari.

I probiotici si trovano naturalmente nello yogurt e in alcune bevande ma, per avere il massimo effetto, i batteri che contengono devono essere vivi quando raggiungono il vostro intestino. Molti diventeranno dormienti per cause naturali dovute, ad esempio, al calore della bocca e dell’apparato digerente. Devono inoltre sopravvivere all’ambiente estremamente acido dello stomaco e del tratto gastrointestinale e solo i probiotici di qualità migliore saranno in grado di passare intatti attraverso lo stomaco per poi spostarsi nell’intestino dove i nutrienti vengono assorbiti. [3] I probiotici in capsula possono rappresentare una soluzione migliore dato che il loro rivestimento esterno può proteggere i batteri vivi nel viaggio che li porterà fino all’intestino.

Il nesso tra intestino e cervello

Esiste un nesso tra ciò che succede nel vostro intestino e quello che accade nel cervello. Il tratto gastrointestinale è sensibile alle emozioni. Quelle più intense sono in grado di scatenare dei sintomi all’interno dell’intestino. Ecco perché il cervello e il sistema gastrointestinale (GI) sono così fortemente connessi. L’intestino contiene 500 milioni di neuroni che sono connessi al cervello attraverso i nervi del sistema nervoso. Poiché i batteri dell’intestino possono influenzare la salute del cervello, aumentarne il numero tramite l’assunzione di probiotici può, di conseguenza, migliorare l’umore, la memoria e apportare molti altri benefici per la salute come la prevenzione delle patologie dell’apparato digerente, l’ottimizzazione delle funzionalità immunitarie e una migliore salute dell’epidermide. [5]

Viaggi, antibiotici e probiotici

Anche se i probiotici sono benefici per tutti, lo sono in particolar modo per alcuni tipi di persone, ad esempio chi viaggia molto. Coloro che si trovano in situazioni di maggiore stress per il proprio sistema immunitario possono essere esposti a germi di vario tipo se sono in viaggio in paesi esotici. Lo stesso vale per chi ha assunto degli antibiotici. I probiotici, infatti, possono ripopolare l’intestino di batteri buoni.

Anche se è ovviamente necessario seguire una dieta sana e assumere prodotti che contengono questi batteri buoni, non tutti riescono a raggiungere l’intestino ed è quindi fondamentale fornire al corpo tali batteri per bilanciare il microbioma. Il collegamento tra il vostro intestino, la salute del cervello e il vostro benessere generale è sempre più forte. Ecco perché prendendovi cura del vostro intestino ripristinerete anche il livello ottimale della vostra salute.

Un corpo bilanciato per uno stile di vita sano e felice!

[1] Cleveland Clinic: Probiotics

[2] 1MD: The Top 11 Probiotic Strains + Why They’re so Important to Your Health

[3] Healthline: What’s the Connection Between Probiotics and Digestive Health?

[4] Harvard Medical School: The gut-brain connection

[5] Healthline: The Gut-Brain Connection – how it works and the role of nutrition

Torna all'elenco di post